Diario di Friedrichshafen (Feb 08) •PDF• •Print• •E-mail•
•User Rating•: / 2
•Poor••Best• 
•Written by Riccardo Carlesso•   

 Ennesimo viaggio per FDH da Bologna pieno di speranze. Questo è il primo appuntato sul mio Blackberry nuovo di fiamma (scusate ma sono pur sempre un tecnomaraglio). La storia si svolge tra febbraio e marzo 2008. Le foto sono qui.

Antefatto.

Ricordate le bella tedeschina conosciuta a dicembre? Ebbene, dopo una settimana di e-mail di fuoco a Natale era praticamente scomparsa, per mostrarsi 2 volte al mese a orari assurdi e dire 2 parole in croce. Ebbene dicevo, dopo aver tergiversato dicendo che il weekend doveva andare via e che la sera lavora... sabato sta qua mi scrive
che stasera lavora all'aeroporto di FDH... Pensate un po' che buffa coincidenza. Non vi dico i viaggi che mi faccio a riguardo...

Mercoleledì 27

Partenza taxi donna, mi apre la portiera e issa la valigia... Eh eh mi sa che l'Islam sta finalmente contagiando anche l'Italia! Scherzo ovviamente  :)
Grigia giornata a BO, ma appena saliamo oltre le nuvole c'è un sole che spacca, e per irraggiamento mi scalda la coscia... Sinistra o destra? Potete dedurlo dalle informazioni che avete. Peraltro è lì che voterò il 13 aprile, sperando in ***oni . Wink

 1700 arrivo a francoforte chi t incontro? Davanti a quella stessa bancarella di donut dove quel lontano 4 dicembre comprai una bibita cui accompagnare la mia penultoima sigaretta (ricordate???), vedo un ragazzotto dal volto familiare: Badello!!! Mi spiega che dopo aver lasciato la goliardia ha avuto la fortuna d essere chiamato da quest agenzia di traduzioni.x videogames. Starà a francoforte per 6 mesi ben pagato e ben felice!

Dopo 2 chiacchiere e un birrino ci accomiatiamo con la promessa di beccarci di nuovo da queste parti. Mi siedo vicino a una ragazza carina (e un po' secchina) che armeggia col suo portatile. Ma io non ho occhi che per il mio blackberry... Apro la connessione per quei 30 secondi necessari a scaricare la posta... 1.50 per 5 email, ma ne è valsa la pena!!!

Chiacchiero in aereo con un palermitano che vive dal '70 (aveva allora 14 anni) a FDH. Sta tornando da Istanbul: fa riduttori da mille tonnellate.
Arrivato all aeroporto prendo la valigia e salgo al primo piano, entro al ristorante Halbhuber (Flugplatz 64 - 88046 Friedrichshafen) e chi toi vedo? Lei, 2 chili in più ma sempre bellissima, tutta in bianco. Mi chiede cosa voglio. E come al banhof di dicembre mi aiuta a raccapezzarmi in questo menu mezzo tetesko mezzo italiano (hanno le pizze e gli agnolotti al tarttufo! Manolus storcerebbe il naso...). Opto x un piatto di pesce che fondamentalmentte è un filetto di pesce bianco al forno in un letto di tagliatelle verdi e gamberetti.
Sulle dieci mi dice che ha finito di lavorare, va a cambiarsi poi si versa un bicchiere mezzo vino mezzo acqua e si chiacchiera, a partire dal concetto di spriz che lei conosce dalla svizzera e mi dice... Però lo spriz non vuole un pizzico d campari? E giù a spiegarle la differenza tra spriz triestino e quello ferrarese.
Alle 2230 mi fa capire che deve andare. Si fa una sigaretta da sola e poi mi accompagna alla sua Golf GT scassona che ha pagato 500€, dopo aver sfasciato la 207 l'anno scorso. Dopo tante chiacchiere siamo all'albergo, dove mi liquida con un bacio? Magari! Mi abbraccia e mi saluta dicendo che l'aspettano. Evidentemente non ho fatto colpo. Sarà che doppo un lungo viaggio si puzza?!? Essì che il mio fisico c'era tutto!!!

Arrivo in albergo dove la barista si improvvisa maìtre e mi dà le chiavi. Ci incontriamo e urtiamo 5 minuti dopo quando ormai mi sono perso nei meandri del Traube. Scambio di sguardi imbarazzato e sorridentee quando ha girato l'angolo ed è convinta ormai che non la guardi si gira e trova il mio sguardo furbetto e contraccambia il sorriso. Mi chiedo qui in Germania come siano le policies sull'andare a letto con un cliente...
Arrivo in camera e mi fiondo a letto (ovvio, dopo aver scritto questa triste pagina del diario). Unica consolazone, Aleks mi ha lasciato con delle possibilità per i prossimi giorni: domani gruppo jazz che suona all aeeroporrto; venerdì un famoso gruppo anni 70 suona al Fischbach Banhof...

Giovedì 28

Sveglia ore 8, peraltro ho dimenticato il thermo spento. Colazione luculliana, faccio due foto per fare invidia a mamma.
Al lavoro tutto molto bene. A pranzo si va alla solita canteen dove ordino cibo turco, poi passeggiata verso il lago x digerire.

 Per la sera si propone cena insieme, riesco quasi a convincere I ragazzi ad andare al ristorante all aeroporto.. ma alla fine ripieghiamo x il solito Fischbach Banhof. C'è una nuova cameriera carina e tanto sorridente.  Mi sembra che la ruota giri (non quella della fortuna, quella della vita): sembra quasi dire non guardare a quell'altra ma guarda avanti. Ma io sono sordo...

Passeggiata interiore verso il lago, e torno in albergo a un 'ora assurda... Passando davanti alla piscina del Traube vedo un sacco di gente che fa il 'bagnetto di mezzanotte'.Ridendo e schezando si sono fatte ormai le 2230! Se dico a qualche amico italiano che crollo a letto questo mi toglie il saluito. Guglo un po' poi nanna; è ormai mezzanotte.

Venerdì 29 (CORREGGI DA QUI)

Cacchio, siamo già a marzo!!!
Sveglia ore 8. Ah già, niente marzo: quest'anno è bisestile come tutti quelli divisibili per 4 (per gli sfigati che come me traversano il millennio, notate che per i miei nipoti che speranzosamente passeranno il 2100 ciò non vale, studiare per credere!!!)

 Colazione luculliana as usual. Tempo brutto, dormito male causa thermo caldo!

Il lavoro va molto bene, il pranzo è buono (passeggiata su lago come ieri, ma è molto nuvoloso. Al pome si fano tutti di nebbia x casa tranna me e Jurgen che invece duriamo fino alle 18. Ritorno a casa a piedi alle 18, alle 1830 sono all'albergo.

Mi spoglio, accendo il computer (internet non va sto in astinenza da 24 ore figuratevi che oggi ho lavorato tutto il tempo!!). Mi fiondo in palestra a fare ciclette, corsa e addominali. Mi fiondo poi in piscina (3 metri x 3) e infine in sauna dove un grassone una grassona e una che con gli altri fa media mi fanno notare che sono troppo vestito. Rimpiango solo di non avere un'erezione. Dopo una doccia mi vesto ed esco per... Indovinate dove? Per il solito Fischbach Banhof, consigliatomi da Aleksandra dato che qui a fianco suonano stasera I Wishbone Ash (che secondo lei dovevo conoscere, a Pentimalli l'ardua sentenza). Sono le 21.

Sono affamato che la metà basta (tra sport e sauna), e nonostante sia a rimborso ordino solo un perchfilet di cui non so niente a parte che JO l'altra volta lo trovò buono... E che è pesce.
Ordino da bere "eine pils beer", il tipo ni chiede grande o piccola ma sono troppo scafato x lasciarmi raggirare dal birromachismo crucco. Gli chiedo quanto vale l'una e l'altra (mi risponde 0.5 e 0.3 rispettivamente) e gli dico: strano , so che da voi la piccola è 500 e la grande un litro e mi spiega che è così in Baviera, non qui nel Baden Wurttenberg. In cuor mio penso affettuosamente "checca d'un crucco!".In effetti da come mi sorride... ma lasciamo stare.

 Non pago, mi ordino un bel dolcetto che contiene un caffè espresso dopodichè finisco la mia birra infinita e esco.
Sulle 2230 dopo aver dato una lauta mancia al cameriere (12%) gli chiedo se posso andare di là a vedere il concerto (che costa 28€) magari con ingresso Ascroc™. Mi dice che non vale la pena e che siamo alla fine del concerto dei Wishbone Ash. Da bravo gatecrasher portoghese, corro e mi imbuco. Il panorama è incredibile, la fauna è in via d'estinzione, vedi 68ini vecchi con coda lunga pittati in modo molto aggro, e non vi dico le 60enni con minigonne e vestiti leopardati. Grazie x la dritta, Aleks!

Aleks n AleksFinisce il concerto ed esco: se Aleks è qui sarà sicuramente vicino all'uscita... E per citare il quinto libro della Guida Galattica chi ti trovo nell'ultimo posto in cui mi sarei mai aspettato ma che il lettore invece comincia a sospettare??? Lei, in tutta la sua bellezza, con questi profondissimi e enormi occhioni azzurri che risaltano (positivamente) in questo nordico visino pallido eppur moro. Mi presenta la sua migliore amica bionda (Aleksandra pure lei!), a cui ha parlato tanto di me. E' lei la famosa Aleks che era al Banhof con la famiglia la sera del 4 dicembre e che mi fece prendere una cotta per questa tedesco/polacca. Il concerto non pare essere piaciuto molto alle ragazze. Ci mettiamo a parlare un po' di rock n roll, jazz, Roma, Istanbul, Italia, e perché non impari il tedesco? Ma è bello! Però è difficile... Insomma, la mia strategia del cagare molto l'amica funziona di brutto: Aleks1 se ne ve in bagno che manco la cago, familiarizzo con questa sua amica, molto affabile, e a un certo punto dico che è ora che vada. Mi accommiato dicendo all'amica: bè è stato un piacere vederti, ci si rivede dunque a settembre! Aleks, che è un po' sbronza, si vede cadere un mezzo mondo (non perchè io sia importante, solo perché l'ho orchestrata bene!), esce con me e mi si avvinghia un attimo (io sudo freddo) e timidamente mi chiede se può invitarmi domani alle 1330 per un brunch. Curiosamente abbastanza (CPenti apprezzerà la citazione), 'brunch' è anche un suono molto simile a quel che ha fatto il mio cuoricino. Mi passa a prendere l'indomani alle 1330 al Traube. Peccato solo per Lindau, ci tenevo tanto ad andarci, e quest'incontro a mezza giornata me lo ammazza. Ma chissene, la vita è fatta per improvvisare, e ho una voglia matta di improvvisare. A questo punto direi birra e sigaretta! Peccato che abbia smesso di fumare. E che la birra ingrassi (che fatica finire la 0.5 di prima!).

Mi incammino tutto felice con progetti nella mente (che peraltro escludono il sesso!) verso l'albergo. E' venerdì, domani non lavoro né mi devo alzare presto per Lindau, ergo... la notte è ancora giovine. Tappa per il baretto dell'albergo per il bicchiere della staffa. Il mio senso di colpa mi porta a un succo di ananas e ciliege. Guarda caso, il barista si scopre essere turco. Comincia una lunga e interessante chiacchierata con Asha, il barman turco con cui parliamo di Istanbul (faccio pure lo sboccione con Istiklal Caddesi e puntualizzando che Sultanhamet è un quartiere europeo, lui invece dice asiatico) e della zona in cui siamo (in tedesco si dice death trousers, in inglese traducibile con ghost city: ne ho imparata un'altra: mi fa capire che il concetto deriva da: sotto i pantaloni sto luogo non si tira su, quindi è una metafora fallica!!! Hai visto sti crucchi! Zitti zitti...). 

Contento per l'inaspettato risvolto della giornata di domani, me ne vado a fare un giro verso il lago. Il mio nuovo Blackberry mi dice con precisione certosina che sono sul lago di Costanza nella Meersburg Strasse (viuzza inutile che dall'albergo dà al lago) mentre PAGANDO google mi dice invece che sono in Inghilterra... ahi ahi ahi!! Che sia il BB che lo piglia per il culo dandogli coordinate errate? Tutto può essere nella nuova corsa alla mobilità. Vabbè. Viva la tecnologia!

Due loschi figuri mi impezzano un attimo e a dire il vero mi viene un po' di paura (buio, silenzio, città straniera, di fronte al lago, due uomini ti si avvicinano con fare gentile e premuroso e sono pure bruttini e mal vesiti... dai concedetemelo). Faccio finta di niente e poco dopo mi accommiato. Torno in albergo e vedo se c'è qualcuno in piscina: oggi nessuno (sono poi anche le 1:30!). Vado in camera dove per mia fortuna internet funziona.

Ed eccomi qui a compilare questo diario direttamente online (il BB fa venire l'orticaria a scrivere papiri!).

0211. Chiudo baracca e burattini e mi fiondo a nanna. Its' been a long long day.

Sabato

Sveglia 830 colazione di fretta.
Stanotte ho meditato a lungo, e ho deciso di farmi un giretto in città per non buttare la mattina. E giù a prendere un autobus di fretta (il 7394) alla votla di Friedrichshafen, il cui crontab di sabato è "8/30 * * * sat".
Alle 1330 ho appuntamento virtuale con Aleks di cui mi fiderei poco non fosse x l'amica che un po' è curiosa un po' tifa per me e un po' la mette in riga (a quanto mi è parso di capire ieri il ruolo forte è dell'amica.) Ma vabbè chissene, prendiamoci questo bus e andiamo dove ci porta l'avventura, magari potrei anche prendere un treno x Lindau, fatemici almeno prima guardare!


Non ci crederee, a colazione maturo idea di autobus per FDH, che mi droppa in stazione. Lì vedo che in 20 minuti sono a Lindau, allora prenoto con calma un A/R con ritorno a mezzogiorno, così penso che ci sto dentro da Dio per l'appuntamento, ho un'oretta x vedermi la città e intanto faccio una piccola esperienza. E se alle 12 ho un'email negativa... Beh posso sempre rimanere x la giornata!!!
Nella mezzora vuota giro x molo e negozi, attraverso la strada e un crucco mi fa dei gestacci perché attraverso fuori strisce... Si vede che sono italiano!!!
Treno 1034, salgo su un vagone con parte bassa e alta, che figata! Ho la bellezza di un'ora x vedere la città dalle 1056 alle 1202!!!

La città è molto bella, faccio un giro a volte concentriche (solo due, dopotutto ho solo un'ora!). Mi ricorda molto Costanza come stile, come ghirigori sulla Town Hall (credo si dica Rathouse) e altre case importanti. La Town HallUna EOSNon ci crederete, ho preso con successo il treno di ritorno sono stanco e accaldatissimo ma ho fatto un sacco di belle foto (e ho preso un sacco di pioggia gelida). Penso che la cosa più interessante della città sia una bella Eos paercheggiata in piazza (oltre a una Ferrari cabrio e altro carrozzume, sti crucchi ci tengono a trattarsi bewne!). Il treno è pieno coconato di gente, valigie e sci ovunque, trovo a fatica un posto. Sulla mezza sono in stazione dopodichè devo trovare un autobus per I miei 'pantaloni morti' come mi ha insegnato Asha.

 

Coincidenza perfetta con l'autobus per Fischbach, manco a chiederlo!

kite surfers!Arrivo alla fermata alla mezza e, dato che c'è tempo, mi faccio il ritorno sulla costiera anzichè sulla strada. In italia non avrei visto niente ma qui... Diavolo di crucchi! C'è un cospicuo gruppetto di persone che fanno kite surfing con la muta (ho detto crucchi, non vichinghi!). Sazio di foto, vado in albergo a rilassarmi una mezzoretta. All'una e mezza spaccata esco ad aspettare Aleks, e aspetto e aspetto ma nisba.. Aggiorno il diario sin qui e ancora nisba.

1408 Depresso, torno in camera e mando un email dicendo che vado a FDH e così faccio. Bus al volo e infine arrivo al porto di Friedrichshafen dove decido di trascorrere il pomeriggio. Metti che qualcuno chiami sono comunque vicino. Lo sto messo male!
Alle 1425 sono al porto (hafen appunto). Gelatone, shopping (ti incontro pure Asha) e alle 1633 mi rompo e decido di tornare all'albergo dove ho internet, piscina, palestra e mare. Non avendo pranzato che col gelato non ho resettato il contatore piedi e son cotto... Non fosse stato x il tempo pessimo avrei fatto tutto in bici..
1645 sono in zona Fischbach.
Giretto per la chiesa e solito litorale (dove i surfers stanno finendo or ora, tra loro c'è una ragazza e l'arcobaleno!) E poi crollo al computer in camera.

Piscina del Traube Dopo essermi rilassato e aver chattato un po' vado direttamente in piscina (sono più svogliato di ieri) e dopo 5 minuti vado in sauna. Poi provo il frigidarium x 5 minuti (il mio corpo si sente sì preso x il culo ma non prova dolore, in realtà non sente nulla, fuoco o ghiaccio è uguale basta che dopo mi dai acqua!!). Mi doccio e poi esco (ovviamente al solito Banhof x una bistecca sveva). Alle 2100 Sono al Banhof. Ordino una swabian "Zwiebelrostbraten" di cui allego documentazione. Bisso il piatto dell'altra volta perchè assurge a mio avviso a piatto più buono dell'universo. Come chiamereste uin piatto in cui avete un mega bisteccone tipo filetto di bue, spatzle e onion ring tocciati nel suo sughetto... E la carne (squisita) è la meno buona dei tre??? Capitemi! Finisco il tutto con gran voracità. Nel teatro a fianco c'è un comico tedesco di cui non afferro un paio di battute. :)

2230 sono al bar dell albergo dove ieri Asha (che ho ribeccato a fshj oggi) mi ha detto ci sarebbe stata mossa. In effetti xi sono 9 perone, ma di età incommensurabile... Vabbè.
Dop trenta tediosi minuti, mi defilo. In camera, dopo svariati ciappini al computer, crollo a letto.
E' mezzanotte.

Domenica 1

Sveglia 8. Doccia colazione sulle 845.

palestra del traube Oggi ho l'aereo e niente da fare, quindi vado per la fitness. Palestra molto aerobica, piscina e sauna. Nella sauna provo cose mai provate prima: prima mi metto sale sul corpo e poi vado in una seconda stanza vaporosissima. Poi dopo il sale (che mi dicono avere funzione esfoliante)mi spalmo un sacco di miele. Vorrei che qualche crucca mi aiutasse a toglierlo con la lingua, ma hanno tutte dai 60 anni in su. Esco sulle 1210.

Nella prima sala (sauna vera e propria), faccio amicizia con un paio di tedesche (completamente nude) il che crea talvolta un po' d'imbarazzo. Ma solo a me, pare (sapete, 1/r^2 col Vaticano...).

1226 Ho un'esperienza mistica: ho un paio di calze rotte e le butto mirando al cestino da 1-2 metri. Il tiro è un po' storto a destra e quindi quella a sinistra entra e l'altra punta fuori. Poco più in là c'è il tavolino (vorrei farti vedere la foto) e devia la calza a sx e quindi entrambe c(')entrano il cestino. Cosa mi vuol dire Brahman, dopo aver provvisto le ali alla colomba?

All'una esco x vedere sti mattacchioni fare kite surfing. Beyond the forest walk / there's hundreds of cars, luxury cars... La più sfigata è la Mercedes, ci sono cabrio sportive e pure un paio di Ferrari.. Insomma sembra il lago di garda dei crucchi (e sti qui considerano la meta piu ambita il "Lakomagiòoore", Venezia Firenze e Roma per loro son mete fighette..) Strani sti crucchi!

Alle 1330 mi risolvo ad andare a mangiare. Opto per il Thai take away di fronte all'albergo, il Thai-Imbiss 'Sawasdee' (Meersburg Strasse 10, 88048 Friedrichshafen). Ingaggio le strisce pedonali sovrappensiero e menrtre penso ai cacchi miei mi sembra di essere in apnea: tutti i rumori si sono attutiti. Mi risveglio dalla trance e vedo un sacco di gente troppo educata x clacksonarmi in attesa che questo 'principino' attraversi. Sorrido, mi inchino e passo la strada. Buffo, in italia avrei dovuto aspettare un paio di minuti.
Al thai hanno cose stupende, arrivato alla seconda riga sono già indeciso... Alla fine mi risolvo per Turkey Sate(con peanut sauce on stick) e Turkey breast w/ yellow curry paste, potatoes, coconut milk and lemon leaves. Ho poco fame ma molta acquolina. In sottofondo una buona radio passa Phil Collins, Shakira con Don't bother, ... Il primo sono spiedini in salsa d'arachidi, tipo uno yakitori con topping del cinese sanlazzarese; il secondo è un masagno enorme di riso biano patate e pollo con una salsina strapiccante (insisto a dire ai profani che il curry non picca.. Ma qua mi sa che questa spezia è in diabolica compagnia!). Avverto il cocco e paprika prima che il cibo si porti via le mie papille gustative.
Finisco il piatto gargantuano e la radio che sembra aver capito chi sono mette una canzoncina pop con sotto i coretti in sol re la- di Knocking on heavens door. Pago e noto di aver fatto colpo sulla figlia di 8 anni che mi dice confusamente Blis cam aghéi tumòllo. Nel ringraziarla spiego alla bangkokesina che sarà dura. Sarà che non avevo fretta e ho mangiato tutto con le bacchette e questo deve aver impressionato i padroni di casa.
All'uscita nell'attraversare la strada (una corriera con la sua significativa quantità di moto dolcemente rallenta per cedermi il passo) vedo LEI. Dopo tanta indecisione, rompo finalmente gli indugi, una bella classe C azzurra metalizzata mi sfreccia davanti (ai 50 all'ora ovviamente) ed è amore a prima vista. Se prima ero indeciso col BMW ora non lo sono più. Peraltro la cosa imbarazzante è che in questa zona il 70% delle auto è audi/bmw/mb e quindi la mia curoisità per le tre tedesche borghesi è stata senz'altro appagata in questi giorni!
Passeggiatina verso la riva poi torno all'albergo. Rivedo - vestita questa volta - la bionda della sauna che ricambia uscendo un sorriso un po' forzato.
Perdo bus x poco allora mi risolvo per un taxi. Ho guardato nel depliant della classe C son depresso: quel colore mi sa che me lo son sognato..
1550 sono in aeroporto.

Da come il tipo tiene le mani sul volante e dalla sicurezza granitica con cui curva, mi sa che ho rischiato la vita... Alla fine mi ringrazia in francese. All'ingresso c'è una comitiva di inglesi giovani che tornano dopo una mega sciata: ciascuno ha più bagaglio di me medesimo, in volume, tra sci e scarponi e vestiti.
1651 chiedo un espresso prima d fare il checkin e mi raccomando 'short expresso'. Annuisce come se fossi un inetto e mi riempie la tazzina. Dio, lo fotogrferei x farvi vedere, bros, ma temo che offenderei la barista fotografando il caffé.

L'aereo sembra tardare un po' e han tutti una faccia da funerale.. Forse non essendo italiani non ci sono abituati. Ecco che ci chiamano, 10 mnuti, pfuah! Dilettanti! Ovviamente l'aereo numero due da Francoforte è in ritardo, con un drift dunque di venti minuti (la capiscono in pochi questa, ma quei pochi l'apprezzano di brutto!)
Alla fine rientro a Bologna alle 2345... E' una serata tipeida. Il tassista mi dirà poi che sti due giorni sono stati splendidi a Bologna... quasi 25 gradi. Rimpiango di essermi fatto sti due giorni di tempo pazzerello e speranze deluse... ma vabbé.

 
Make Text Bigger Make Text Smaller Reset Text Size

Menu Utente

Phoca Gallery Menu Module