Glossario •PDF• •Print• •E-mail•
•User Rating•: / 9
•Poor••Best• 
•Written by Riccardo Carlesso•   
•Article Index•
Glossario
•Page 2•
•Page 3•
•Page 4•
•Page 5•
•Page 6•
•All Pages•
 

Locuzioni

Bévi làtte e pìsci yògurt /'bévi làtte e 'pìsci 'yògurt/ (Pederboni) · sei acido.
Mi càdono le bràccia /mi'càdono le'bràccia/ · Mi sto annoiando, c'è qualcosa che mi delude pesantemente. Le ragazze del Feudo sono delle gran gnocche, ma appena aprono bocca ti fanno cadere le braccia!
Mi scénde la caténa /mi'scénde laca'téna/ (anche solo: mi scende) · Mi sto stufando, sto perdendo la pazienza. Sembrava la donna della mia vita poi mi ha tenuto un'intera serata parlando di Zola e fuorigioco: m'è troppo scesa!
Non essere né da uova né da latte /no'néssere 'néda 'uòva 'néda 'làtte/ (BO): sostanziale variante di "nè carne nè pesce", si dice di persone insignificanti. [Variante romagnola: non sapere nè di me né di te].
Préndersi dei nòmi /'préndersi dei'nòmi/ · farsi smadonnare dietro, prendersi delle madonne contro: gli ho pestato i piedi: sapessi quanti nomi mi son preso!
Schivàre l'olìva (BO). Evitare una persona sgradita, che non si vuole salutare: Scusami se mi sposto ma devo -.
Tiràre dei nòmi /t'iràre dei'nòmi/ · smadonnare, imprecare.
Tranquìllo come un ràgno /tran'quìllo 'còme un'ràgno/ agg. · tranquillissimo.
Trovàre da dìre /tro'vàre da 'dìre/ v.intr. · litigare o trovare un pretesto per litigare. Ieri sera Vench ha trovato da dire come sempre...
Vìvere a cùlo col mòndo /'vìvere a'cùlo col'mòndo/ v.intr. · essere incazzati con tutto e tutti.




 
Make Text Bigger Make Text Smaller Reset Text Size

Menu Utente

Phoca Gallery Menu Module